Amianto: denunciato lo Stato Italiano

Denunciato lo Stato Italiano, in persona del Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, per violazione grave e persistente del Diritto Comunitario

 

Le Associazioni e i Comitati di lotta che da anni si battono per mettere al bando l’amianto - per ottenere giustizia per i morti, i malati e tutte le vittime dell’amianto-  tramite l’avv. Ezio Bonanni del foro di Roma hanno inoltrato una Istanza/Denuncia contro il governo italiano, per violazione delle norme (art.249 e art. 10) del trattato CE, per mancato recepimento nei termini della Direttiva 89/391/CEE del 12 giugno 1989, che imponeva l’obbligo di attuare misure volte a promuovere il miglioramento della sicurezza e della salute durante il lavoro e della Direttiva 477/83/CEE la Comunità Europea imponeva agli stati membri di intervenire in tema di sostanze chimiche, agenti tossici e cancerogeni quali l’amianto, ma la Repubblica Italiana è stata inadempiente e per questo è stata più volte sanzionata.

Con questa reiterata e persistente violazione delle norme europee lo Stato Italiano si è reso responsabile del fatto che, per decenni, gli operai, i lavoratori con le loro famiglie, i cittadini contraessero gravi malattie e morissero a causa del lavoro, per aver avuto contatto con l’amianto e altre sostanze cancerogene usate nei processi produttivi e lavorativi. Ogni anno 1.300 lavoratori in Italia perdono la vita a causa degli infortuni sul lavoro, tre volte di più sono le vittime delle malattie professionali, 26 mila i morti per tumori all’apparato respiratorio con un incremento nell’ultimo decennio di oltre il 50%, e quasi 5 mila uomini e donne vengono uccisi dall’amianto fra l’indifferenza di associazioni padronali e istituzioni silenti e complici (per non parlare del rischio indotto dall’amianto sotterrato, come rinvenuto in Praia a Mare e ad Atripalda [Borgo Ferrovia] - nei pressi di Avellino ed in altri siti d’Italia, molti sconosciuti).
Tra il 2020 ed il 2030 le statistiche prevedono un incremento dei morti per amianto, ma il Governo e gli Enti preposti alla tutela della salute non fanno nulla per arginare questa emergenza sanitaria, umana e ambientale. Lo stato, non applicando il dettato costituzionale e le leggi europee, costringe i lavoratori e i famigliari delle vittime di sostanze cancerogene a intraprendere lunghe cause legali che spesso si concludono dopo la morte degli operai che invocavano giustizia. Inail e Inps, contestano il danno come se gli esseri umani fossero la carrozzeria di una automobile, e le centinaia di migliaia di cause intraprese da questi enti contro i diritti dei lavoratori contribuiscono all’indebitamento della P.A. e all’aumento del debito pubblico italiano.
In nome del profitto, imprenditori, amministratori pubblici, uomini politici, sindacalisti e - fatto ancor più grave-  i vari governi succedutosi negli anni, cioè lo Stato, hanno accettato che migliaia di lavoratori e le loro famiglie fossero distrutte da produzioni di morte, in particolare dal killer amianto.
Nella Carta Costituzionale Italiana e in quella europea ci sono i principi fondamentali che il governo dovrebbe applicare: il diritto alla salute, all’uguaglianza dei cittadini, contro ogni discriminazione per il rispetto della persona e della dignità umana, diritti ancora non applicati e per i quali continuiamo a lottare ricorrendo anche ai Tribunali Europei. Non possiamo accettare che delle vite umane vengano sacrificate sull’altare del profitto. Non possiamo accettare che l’unico diritto riconosciuto sia quello di fare soldi sulla pelle dei lavoratori e che gli altri diritti costituzionali siano fruibili solo se compatibili con il profitto.

 

Roma,  Milano, Sesto San Giovanni, Trieste, Latina, 2-11-2009


Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio   -   cip.mi@tiscalinet.it   -   335/7850799
Associazione Vittime Amianto Nazionale Italiana   -   avappresidente@hotmail.it   -   335/8056074
Associazione Esposti Amianto Regione Friuli Venezia Giulia   -   segreteria@aea-fvg.org   -   040/370380
Osservatorio Nazionale Amianto   -   osservatorio.amianto@tiscali.it
Associazione Italiana Esposti Amianto Toscana (sez.Larderello)  -mcardellini@alice.it
Associazione “Contramianto e altri rischi Onlus” contramianto@libero.it
P.S.: Chi volesse chiarimenti di natura tecnico/giuridica può rivolgersi direttamente al nostro difensore, l’Avv. Ezio Bonanni ai n. 06.68309534 -0773.663593, e – mail avvbonanni@libero.it.

Comunicato stampa 2-11-2009
Il testo in formato Pdf
COMUNICATO STAMPA 02-11-09.pdf
Documento Adobe Acrobat 163.8 KB

Scrivi commento

Commenti: 0

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 18 aprile 2015 a Sesto san Giovanni.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi