OPERAI UCCISI DALL'AMIANTO ALL'ALFA ROMEO DI ARESE (dal quotidiano IL GIORNO)

"Dicevano che l'amianto
si poteva anche mangiare"

All’indomani della decisione della Procura di aprire un’inchiesta su una trentina di decessi dello stabilimento aresino, in quel che resta delle sedi sindacali sotto il Biscione si spolverano documenti ingialliti e ricordi dei dipendenti

Arese, 4 maggio 2011

- «A quei tempi l’amianto era dappertutto. Sui tetti dei capannoni, nelle placche che montavamo sui motori, nelle protezioni dei freni e della frizione. Non si usavano i guanti. Per anni ho fatto l’operaio nel reparto abbigliamento e montaggio, spesso questi pezzi si dovevano tagliare a misura e così le particelle dell’amianto finivano nell’aria». È questo il ricordo di Vincenzo Lilliù, 62 anni, ex operaio dell’Alfa Romeo di Arese, uno dei primi delegati sindacali a parlare in fabbrica della pericolosità dell’amianto. Non si ricorda di colleghi «morti d’amianto», ma ricorda benissimo le condizioni in cui lavoravano.

All’indomani della decisione della Procura di Milano di aprire un’inchiesta su una trentina di decessi di operai dello stabilimento aresino, in quel che resta delle sedi sindacali sotto il Biscione si spolverano documenti ingialliti e snocciolano ricordi di operai e delegati. Il pm Maurizio Ascione vuole capire se gli ex dirigenti della fabbrica automobilistica fecero di tutto per limitare i danni causati dalle fibre killer. Il fascicolo contro ignoti ipotizza i reati di omicidio plurimo colposo, lesioni colpose e omissione dolosa di cautela.
 «In quegli anni costruivamo circa cinquecento auto al giorno. C’erano cinque linee di fabbricazione e in questi processi c’erano molte componenti che contenevano anche amianto — spiega l’ex operaio —. Mi ricordo che nel 1987 ho fatto il primo esposto per denunciare la cosa e chiedere visite mediche agli operai della catena di montaggio». La Fiat mandò ad Arese alcuni responsabili della sicurezza. Vincenzo ricorda che uno dei responsabili Fiat afferrò una guarnizione "sotto accusa» e rivolgendosi al sindacalista disse: «Si può anche mangiare, non è nociva». «Io ero giovane, non accettai la provocazione, presi quel pezzo e glielo misi vicino alla bocca dicendogli di mangiarlo davvero», spiega lui. Anche Pierluigi Sostaro, ex meccanico, ricorda quando alla fine degli anni ’80 si iniziò a parlare di amianto nel capannone 28: «Avevamo capito che si trattava di una sostanza pericolosa da un dettaglio curioso — ricorda il delegato sindacale della Cub —. Avevamo una parte delle guarnizioni di freni e frizioni con il simbolo dell’amianto e altre senza. Sulle auto destinate al mercato americano dovevano montare le seconde, su quelle per il mercato italiano le prime».

Nel 1992 entrano in vigore le prime norme sulla cessione dell’impiego dell’amianto e la Fiat si adegua, eliminando tutti i pezzi dai magazzini. Restava però quello sui tetti dei capannoni. «Abbiamo fatto esposti all’Asl, venne messa una vernice protettiva che fungeva da capsula — conclude Sostaro —. Ma la vernice non fu messa all’interno. L’Asl impose alla Fiat di fare delle misurazione nei capannoni sulla presenza delle fibre d’amianto e dopo qualche mese ci informarono che i valori erano nella norma». Esposti e polemiche anche nel 2003-2004 quando vennero abbattuti i primi capannoni per fare spazio alle nuove aziende. «I nuovi proprietari delle aree accumulavano le lastre di eternit a terra senza protezione, facendo lavorare personale non specializzato — spiega Corrado Delle Donne, dei Cobas —. Abbiamo fatto una denuncia all’Asl: loro sono venuti a portare via tutte le lastre con gli elicotteri. Ma chissà che inquinamento c’è stato».

di Roberta Rampini

Scrivi commento

Commenti: 0

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 18 aprile 2015 a Sesto san Giovanni.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi