PIRELLI.

Riportiamo uno degli articoli sui risarcimenti con una intervista al nostro Comitato. Altri potete leggerli nella sezione stampa in alto sulla pagina.

 

PER I MORTI D'AMIANTO LA PIRELLI SI PORTA AVANTI E OFFRE MAXI RISARCIMENTI

 

CRONACAQUI

di: LUDOVICA SCALETTI


IN AULA Alla sbarra 11 ex dirigenti per 24 decessi o casi di malattia Per i morti d`amianto la Pirelli si porta avanti e offre maxi risarcimenti. Le associazioni dei lavoratori: «L`azienda cerca di comprarsi la licenza di uccidere e l`impunità» Ludovic a Scaletti.

Trattative in corso per risarcire con milioni di euro le famiglie dei lavoratori morti di amianto negli stabilimenti milanesi della Pirelli. Ieri mattina si è aperta con questa notizia, annunciata dall`avvocato della difesa, la seconda udienza del processo che vede imputati undici ex dirigenti dell`azienda per omicidio colposo e lesioni colpose. Sono accusati di essere responsabili di 24 casi: una ventina di dipendenti morti di mesotelioma pleurico e altri malati di diverse forme di tumore.

Un colpo di scena per le associazioni che intendono costituirsi parte civile nel processo. «La Pirelli cerca di comprarsi la licenza di uccidere e l`impunità» denunciano.

TUTTO RIMANDATO Ieri, dopo la prima udienza "tecnica" del 19 dicembre 2011, era previsto che i giudici decidessero se accettare o meno le parti civili. C`è stato un cambio di programma. Uno dei legali della Pirelli ha spiegato che l`azienda ha già concluso le transazioni con sei delle famiglie colpite, che altre sei sono in corso, mentre una è tramontata. Si tratta di grosse offerte di denaro, nell`ordine, sembra, di centinaia di migliaia di euro, in cambio dell`uscita dal processo. E pare che altre transazioni potrebbero cominciare nei prossimi giorni, anche con l`Inail, l`Asl di Milano e Regione Lombardia.

Un modus operandi che è già stato sperimentato durante il processo Eternit di Torino, conclusosi con la condanna a 16 anni di carcere di due dirigenti. In quel caso l`offerta era di diversi milioni di euro per il Comune di Casale Monferrato, perchè ritirasse la costituzione di parte civile. Soldi che, dopo settimane di discussioni, sono stati rifiutati dall`amministrazione.

LA RABBIA Ieri in tribunale c`erano anche l`Associazione Medina Democratica, l`associazione Italiana Esposti Amianto e il Comitato per la Difesa della salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio (che raggruppa cittadini e operai delle fabbriche di Sesto e Milano, fra cui lavoratori Pirelli), che hanno ribadito di non essere disposti a nessuna trattativa. «Il fatto che delle famiglie in difficoltà accettino la transazione - spiega Michele Michelino del Comitato per la Difesa della Salute - lo possiamo capire anche se ci dispiace, ma che lo facciano le istituzioni no». In questo modo, continua Michelino, «si cerca di monetizzare la salute». Milioni di euro, quelli che la Pirelli propone alle famiglie dei suoi ex dipendenti, che pare fossero già stati messi in conto. «Ci fa rabbia - aggiunge Michelino che già nel 2006 la Pirelli aveva messo da parte 38 milioni di euro in previsione di cause per l`amianto». Quello che chiedono le associazioni è una «condanna pesante», affinchè i «datori di lavoro capiscano che è meglio prevenire». Anche perché, sottolinea Michelino, «l`amianto non è un problema del passato, ma del presente e del futuro e le bonifiche non devono essere un costo per la società».

LA VICENDA I 24 operai parte offesa nel processo, hanno lavorato tra la fine degli anni `70 e la fine degli anni `80 negli stabili- menti milanesi di viale Sarca e via Ripamonti. Secondo l`accusa hanno subito negli anni «esposizioni massicce e ripetute» alle fibre di amianto, senza «l`adozione di adeguati sistemi di aspirazione o protezione individuale» e senza alcun sistema di «raccoglimento polveri».

L`AZIENDA Non la pensa così la Pirelli, che sostiene di aver «sempre agito cercando di tutelare al meglio la salute e la sicurezza dei propri dipendenti, con le misure adeguate alle conoscenze tecniche a disposizione nel corso degli anni». L`azienda, che dice «di essere sempre stata vicina ai propri ex dipendenti colpiti da malattie e alle loro famiglie», afferma anche di non aver «mai utilizzato amianto quale componente nella produzione degli pneumatici e che all`epoca l`uso dell`amianto negli edifici era pratica comune nelle tecniche di costruzione». Le responsabilità verranno stabilite dai giudici. Intanto «per esigenze legate alle trattative in corso per la definizione dei profili civilistici» il processo è stato rimandato al 19 aprile. [.]

 

Scrivi commento

Commenti: 0

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 18 aprile 2015 a Sesto san Giovanni.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi