8 MARZO 2012

  8 MARZO: “FESTA” O GIORNATA DI LOTTA PER L’EMANCIPAZIONE?

 

Da alcuni anni c’è in atto un tentativo da parte della borghesia di cancellare la memoria storica del proletariato, svuotandola dei suoi contenuti di classe.

Le date simbolo dell’emancipazione proletaria - il 1° maggio, giornata di lotta internazionale dei lavoratori, è stato trasformato nella festa di San Giuseppe lavoratore, e l’8 marzo nella “festa” della donna.

Da anni in Occidente si celebra questa ricorrenza come una giornata libera dalla famiglia, per uscire in compagnia delle amiche e i commercianti ne approfittano per fare lauti affari.

In realtà l’8 marzo non c’è niente da festeggiare. Questa data ricorda che l’8 marzo del 1908, a New York, 129 operaie della “Cotton” morivano bruciate vive dentro la fabbrica in lotta.

Lottavano per il salario e per migliori condizioni di lavoro e il padrone, Mr. Johnson, attuava una serrata sbarrando tutte le uscite, e nessuna di loro poté salvarsi dall’incendio scoppiato nella fabbrica.

Da allora l’8 marzo è stato assunto come scadenza di lotta del proletariato femminile e punto di riferimento per le donne oppresse di tutti i paesi.

Oggi la condizione della donna proletaria non è cambiata granché. Se ieri il capitale, senza fronzoli, dimostrava l’accoglienza riservata alla lotta di emancipazione femminile, oggi le donne sono sempre le più penalizzate nel lavoro e nella società.

 

Dopo gli anni umilianti dei governi Berlusconi, dove la figura della “escort” è assurta a simbolo e meta della femminilità, abbiamo oggi davanti il governo Monti, dipendente diretto di quello stesso capitalismo e sostenuto da tutte le forze politiche, che ha subito dettato le sue regole per le donne proletarie.

Esse pagheranno il prezzo più alto: saranno le prime a essere licenziate, le ultime a trovare un posto di lavoro anche se precario, dovranno far fronte, con il loro lavoro non pagato in famiglia, ai brutali tagli dei servizi sociali che – in tutta Europa – si stanno attuando.

Nel Sud del mondo le donne devono fronteggiare uno spaventoso aumento della povertà, la fame, la schiavitù nel lavoro e la violenza.

 

Questa è la realtà e, come sempre, quanto più si parla di eguaglianza e di “quote rosa”, tanto più si vuole mascherare l’aumento dello sfruttamento. La società capitalista sviluppata che si presenta come sostenitrice e amica delle donne, ha affinato i propri strumenti democratici e concesso maggiore autonomia alle donne borghesi, non certo alle donne proletarie.

 

In questa giornata di lotta e di riflessione vogliamo ricordare la resistenza delle donne sfruttate e oppresse: dalle madri, mogli, figlie, sorelle delle vittime dell’Eternit alle donne della Val di Susa; dalle donne greche in lotta alle donne arabe che l’anno scorso hanno dimostrato, spesso con il loro sangue, qual è il vero significato della parola “emancipazione”.

 

 

Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

 

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio

 

Sesto S. Giovanni, 8 marzo  2012

 

http://comitatodifesasalutessg.jimdo.com      mail: cip.mi@tiscali.it                 ciptagarelli.jimdo.com

 

via Magenta 88 – 20099 Sesto S. Giovanni (MI) – tel-fax: 02 26224099

Scrivi commento

Commenti: 0

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 18 aprile 2015 a Sesto san Giovanni.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi