DALLA SICILIA

 

LA SILICE E LE FIBRE DI AMIANTO

 

KILLER INSIEME PER LA MORTE

 

 

 

Dal COMITATO ESPOSTI AMIANTO E AMBIENTE                                      

 

Fino a ieri ci siamo preoccupati di intervenire sui casi di morte avvenuti solo ed esclusivamente per esposizione alle fibre killer di Amianto, non tenendo in considerazione l’esposizione lavorativa nelle aziende di Laterizi. Certamente non per colpa nostra ma perché nessuno ci aveva interpellati.

 

Oggi siamo costretti ad annoverare la morte di un mio carissimo amico, LETTERIO REPICI di soli anni 67, deceduto il giorno 01/10/2016. 

 

Letterio ci lascia dopo avere sofferto per più di dieci anni, di cui gli ultimi tre anni con dolori atroci e inimmaginabili. Inizia con insufficienza respiratoria da sforzo e successivamente anche a riposo, tanto che ad Aprile del 2006 è costretto a lasciare il lavoro.

 

Letterio, soffre con dignità e rispetto di se stesso, con la sua insufficienza respiratoria, con noduli polmonari, cioè un inizio di Silicosi o Asbestosi Polmonare fino al 2014, quando viene, in data 06/10/2014, sottoposto a intervento chirurgico per TUMORE DEL COLON ASCENDENTE – TRAVERSO – DISCENDENTE – DEL SIGMA – DEL RETTO ALTO E BASSO.

 

Successivamente, in data 24/10/2014, effettua una RX Torace di controllo, ove viene confermata una diffusa accentuazione della trama peribroncovasale con segni di enfisema polmonare bilaterale. Contemporaneamente viene riscontrato: al campo polmonare inferiore del polmone dx si documenta opacità nodulare a contorni finemente lobulati e diametro di circa 2 cm. addensamento parenchimale a morfologia lamellare in campo medio-basale a sinistra.  Versamento pleurico basale destro.

 

Il tutto lo accompagna con una Metastasi diffusa al decesso dopo le atroci sofferenze sue e dei familiari che lo hanno accudito amorevolmente. Lascia la moglie e due figli.

 

Letterio ha lavorato presso l’azienda di Currò Carmelo Laterizi di G.S.T. Srl sita in Torregrotta dal 25/02/1976 al 30/04/2006, per ben 30 anni con le mansioni di Fuochista, addetto alla formazione dei prodotti e Capo Fabbrica, dedicando la sua vita all’azienda sia di giorno che di notte con estrema serietà, professionalità e correttezza, senza alcuna protezione dalle polveri di silice e dalle fibre di amianto che si disperdevano dalle coibentazioni delle tubazioni di alimentazione dei forni essiccatori e dai tetti in amianto cemento. Purtroppo questo non è servito a salvargli la vita, anzi ha contribuito alla sua giovane morte.

 

Ci dispiace enormemente rilevare come sia morto con il desiderio di vedersi riconosciuta la malattia professionale da parte dell’INAIL di Milazzo, avendo presentato cinque richieste, come previsto dalle nuove tabelle patologiche, il 13/10/2015 per: SILICOSI POLMONARE; IPERTENSIONE ARTERIOSA; IPERTROFIA PROSTATICA; INSUFFICIENZA RESPIRATORIA; NEOPLASIA DEL COLON RETTO. Purtroppo il 21/10/2015 riceve risposta da parte dell’INAIL di Milazzo a firma Gambale Maria Grazia, per quanto concerne le prime quattro con la seguente dicitura: GLI ACCERTAMENTI EFFETTUATI PER IL RICONOSCIMENTO DELLA MALATTIA PROFESSIONALE CONSENTONO DI ESCLUDERE L’ESISTENZA DEL NESSO CAUSALE TRA IL RISCHIO LAVORATIVO CUI E’ STATO ESPOSTO E LA MALATTIA DENUNCIATA. Spesso ci siamo chiesti quando è stato sottoposto ad accertamenti?

 

 

 

Per altro risulta, dalla comunicazione inviataci, solo copia ricevuta di ritorno, senza la lettera di convocazione, dalla Dott.ssa Diana Artuso, Direttrice dell’INAIL di Messina e Milazzo, che in data 20 ottobre 2015 era stato convocato per essere sottoposto a controllo per una delle richieste di malattia professionale, successivamente archiviata per mancata presenza, anche se in data 18/01/2016 avevamo, venuti a conoscenza che era stato invitato a visita e non era potuto andare causa sua malattia, richiesto di riprender la pratica e sottoporlo a controllo per la definizione della stessa, considerate le sue condizioni. Non avendo ottenuto nessuna risposta in merito ci siamo permessi di diffidare la stessa Inail di Milazzo in data 21/09/2016, con risposta telefonica da parte della Dott.ssa Giacobello il 23/09/2016, mentre ero in pellegrinaggio da Santo Padre Pio, che avrebbero provveduto immediatamente a riprendere le pratiche e considerato lo stato del Sig. Repici avrebbero mandato i medici a casa. Indicazione durata si e no due ore in quanto, mi lascia un messaggio in studio che avrei dovuto ripresentare una nuova richiesta di malattia professionale, cosa confermata successivamente in data 27/09/2016 dalla Dott.ssa Diana Artuso, Direttrice territoriale Inail di Messina e Milazzo, con la precisazione che io non dovevo intervenire in quanto non autorizzato in detta pratica.

 

Oggi posso benissimo affermare alla Dottssa Giacobello e alla Dott.ssa Artuso di inviare i propri medici per la definizione della pratica nel cimitero di Torregrotta ove il Sig. Repici Letterio è sepolto e aspetta ancora la definizione della suddetta pratica. Forse era questo che l’Inail aspettava la sua morte per non riconoscere e erogare alcuna somma.

 

Ecco che rientra efficiente la richiesta inoltrata a livello Nazionale al Ministro del Lavoro e della Salute che i riconoscimenti di Malattia Professionale e di Rendita ai Superstiti devono essere effettuate, riconosciute e quantificate dai medici della Sorveglianza Sanitaria e inviate all’Inail, solo ed esclusivamente per il pagamento della rendita, in quanto l’Inail essendo un Ente Riconoscitore e Errogatore, trovasi in conflitto di interesse con se stessa nel riconoscere ed erogare.

 

Adesso basta siamo stanchi di combattere con queste decisioni, abnorme e discriminatorie, da parte dei dirigenti dell’Inail, chiediamo giustizia per tutti gli affetti da patologie e per le vittime.

 

                                                          Il  Presidente

 

                                                          Salvatore Nania

 

 

 

  

 

Giammoro li 04/10/2016

 

Scrivi commento

Commenti: 0

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 18 aprile 2015 a Sesto san Giovanni.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi