8 AGOSTO 1956. STRAGE OPERAIA A MERCINELLE

8 agosto 1956 Marcinelle; dopo una strage operaia …ne accadono altre…di continuo !

 

“Risparmiare” sulla sicurezza del lavoratori è una piaga antica ma ancora aperta !

 

“Pietro, sai cosa c’è che non va in questo lavoro?E’ un lavoro di merda perché quando arriviamo in miniera al mattino è ancora buio…e quando finiamo e usciamo dal buco , è già notte. E’ questa la vera miseria , non vedere la luce”

 

Tratto da Marcinelle 1956, Sergio Salma, Diabolo edizioni

 

Il 4 maggio del 2020 in occasione dell’anniversario della strage operaia di Ribolla (1954) abbiamo proposto l’avvio di  un coordinamento, dal basso, delle città vittime di stragi operaie o di cittadini legate al “modo di produzione” ; l’elenco è drammaticamente lungo (Ravenna-Mecnavi,Torino – Tyssenkrupp ,Bologna OGR/Casaralta , Casale Monferrato –Eternit, Monfalcone-cantieri navali , Viareggio-strage ferrovaria, Napoli-Pozzuoli Sofer, Taranto/ ex-Ilva,  Molfetta-serbatoi-trasporti, Mineo-depuratori , Arena Po-azienda zootecnica, Modugno-fuochi artificiali …) e potrebbe non finire più…

 

quello che critichiamo della scadenza istituzionale dell’8 agosto (la giornata dell’italiano all’estero) è la cecità delle istituzioni che fanno finta di “commuoversi” per i morti “italiani” di Marcinelle;

 

 la realtà è la condizione del lavoratore immigrato (italiano o no)  e la sua condizione spesso di sfruttamento al limite o oltre la condizione schiavistica; certo la grande maggioranza dei morti a Marcinelle fu di italiani ,come lo fu di immigrati da regioni del sud a Ribolla inToscana ; tuttavia solo la cecità politica della destra italiana potrebbe  narrare che Marcinelle abbia rappresentato una contraddizione del passato; la stessa contraddizione ora si ripresenta nelle campagne italiane, nella logistica, nel lavoro nero dell’edilizia e del turismo; anche alcuni organi di informazione hanno denunciato lo schiavismo dei nostri giorni con le sue drammatiche conseguenze (si pensi alla  morte del giovane ventenne ghanese Alì Saibu  nelle campagne di Aragona-Agrigento), si pensi ai tanti morti sul lavoro come Reuf Islami  al quale il comune di Bologna, da quasi venti anni,ancora “non riesce” ad intitolare una strada ; ma si pensi anche al  lavoratore polacco Antoni Rokita Grzegorz , ultimo di una serie di quattro morti a Bologna nel luglio di questo anno ); morti che spesso non entrano nelle “statistiche Inail” perché sfruttati senza neanche essere assicurati;

fatto sta che alla cecità politica della destra ha fatto da supporto la “assenza” del ceto politico di “sinistra” incapace di vedere nella giornata dell’italiano all’estero quello che è: una mistificazione operata da chi, in verità,

sostenendo le forme più disumane della organizzazione capitalistica del lavoro, non ha a cuore la salute e la vita dei lavoratori né italiani immigrati all’estero  né autoctoni né immigrati dal meridione,  né immigrati non italiani; 

perché infatti tra i lavoratori sfruttati non c’è nessuna barriera ma solo, a volte, un differente gradiente di rischio , ma di un rischio incombente su tutti; 

 

in Italia è infatti strage continua di lavoratori (autoctoni o immigrati) ; a Bologna , in soli 11 giorni , ci sono stati quattro morti sul lavoro e non pare scattato nessun campanello di allarme  da parte delle istituzioni come si trattasse di eventi “normali” nonostante, anche, la frequenza; né si può rimuovere la strage covidcorrelata che ha visto nella esposizione indebita di migliaia di lavoratori il veicolo della strage “paralavorativa” allargata ; anzi: in tutto il pianeta: dalla sanità, alla logistica , al comparto carni, al comparto estrattivista, al settore raccolta rifiuti, il covid ha fatto strage di lavoratori.

 

Dunque basta con le ipocrisie e le rimozioni, l’8 agosto diventi in tutto il pianeta la giornata del rilancio della attenzione e delle iniziative di difesa del lavoratore (e della persona in cerca di reddito per sopravvivere)  costretto/a a migrare nel mondo .

Tutti i cittadini democratici favorevoli alla equità sociale e alla eguaglianza tra gli uomini concorda con questo obiettivo.

 

Vito Totire, medico del lavoro, rete nazionale  per l’ecologia sociale

 

 

Bologna, nel giorno del 75°  anniversario della strage nucleare di Hiroshima

Nelle sezione Archivio - sentenze - pubblichiamo la sentenza di condanna del Tribunale di Milano - Sezione Lavoro contro la società Pirelli costretta a risarcire gli eredi.

Riportiamo le motivazioni della sentenza Pirelli bis, Milano, per morti amianto. (vedere sopra sezione archivio)

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 28 aprile 2018 a Sesto San Giovanni e articoli dei giornali nella sezione stampa in alto sulla pagina.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi