MORTI D'AMIANTO ALLA SCALA, SI APRE IL SIPARIO

Morti d'amianto alla Scala di Milano, dopo anni si apre il sipario sul processo.

 

Già dal 1986 la AsL aveva segnalato la necessità di dismettere tutto ciò che conteneva la fibra killer, contenuta persino nelle lampadine dei lampadari e nella scuola di ballo per ragazzi. Dopo lunghe battaglie giudiziarie si approda in aula

 

di Maria Cristina Fraddosio 1 OTTOBRE 2020 www.ilfattoquotidiano.it

 

Una lamiera di 17 metri per 12 completamente foderata di stoffa in amianto e collocata tra il palcoscenico e la sala del Teatro alla Scala di Milano. È questo il simbolo, noto come "pattona", di una battaglia giudiziaria che dura da anni. Si chiudeva e apriva assieme al sipario durante i cambi di scena e a fine spettacolo. Fungeva da tagliafuoco e isolamento acustico. La sala, il palcoscenico e l'orchestra, ad ogni movimento, venivano inondati dalle polveri. Poi nel 1992 è crollata durante una prova di scena. L'hanno messa via alla bell'e meglio. Tagli netti coi flessibili e lo spettacolo è continuato. Il problema sembrava risolto. Non era così. Impianti meccanici ed elettrici, proiettori di scena, tra gli stipiti delle porte tagliafuoco: l'amianto era ovunque. Dalle coperte antincendio per far fronte al calore dei proiettori ai guanti utilizzati per spegnere le torce e le candele. Anche i tavoli della sartoria erano rivestiti in amianto. Nessuno era al sicuro: vigili del fuoco, elettricisti, sarte, scenografi, meccanici, falegnami, parrucchieri, macchinisti, comparse, calzolai, e poi gli artisti, ballerini, coristi, direttori d'orchestra.

 

Domani a Milano ci sarà l'udienza del processo di primo grado già in fase dibattimentale. Il pm Maurizio Ascione, tra i massimi esperti di amianto in Italia, sentirà l'anatomopatologo nominato dal Teatro per analizzare i decessi. Sono dieci in tutto i morti. Cinque gli imputati rinviati a giudizio per omicidio colposo plurimo, ma uno è deceduto qualche mese fa. Si tratta degli ex dirigenti della Scala (due ex direttori dell'allestimento scenico, un ex direttore tecnico e l'ex capo dell'ufficio tecnico) e dell'ex sovrintendente Carlo Fontana. Il processo è iniziato nel 2017. L'anno prima vennero prosciolti i quattro ex sindaci di Milano, Carlo Tognoli. Paolo Pillitteri, Giampiero Borghini e Marco Fomentini, che erano stati indagati in quanto presidenti del Cda del Teatro. 

Le indagini erano partite dalla morte di sette dipendenti della Scala, per l'esposizione all'amianto già dal 1986, ovvero da quando l'Asl aveva segnalato la necessità di dismettere tutto ciò che lo conteneva. Ma non fu dato seguito. I numerosi esposti delle associazioni, con in prima linea il Comitato ambiente salute teatro Scala, oltre a Medicina democratica, avevano convinto la Procura di Milano a indagare. Persino 400 lampadine del lampadario in vetro soffiato risultarono fatte di amianto. Molti di questi dettagli choc sono stati resi noti durante il processo in un dossier presentato da alcuni lavoratori, costituitisi parte civile al fianco dei 19 familiari delle vittime morte per mesotelioma pleurico. C'è chi è ancora vivo e affronta le patologie asbesto correlate. Oggi i lavoratori della Scala sono monitorati dall'Asl di Milano, dopo che nell'ottobre del 2013 hanno ottenuto di essere iscritti nel registro degli ex esposti amianto della Regione Lombardia. A un centinaio è stato così riconosciuto il diritto alla sorveglianza sanitaria, secondo una catalogazione di tutte le categorie professionali (Allegato 1).

Le bonifiche del Teatro alla Scala, che venne costruito per volontà dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, su progettazione dell'architetto

Giuseppe Piermarini, e venne inaugurato nel 1778, sono avvenute a più riprese. Dagli anni '90 in poi. Quando sembravano ultimate, emergeva altro amianto. È stata la scrupolosità dei lavoratori a fare la differenza. “L'amianto - scrive il Comitato ambiente salute - era presente in tutto il teatro e aveva anche coinvolto spazi come la palazzina di via Verdi che era collegata direttamente al teatro e che per tantissimi anni ha ospitato l'ex-scuola di ballo dove centinaia di bambine/ ragazzi/ hanno studiato per 8-12 ore al giorno. Gli uffici amministrativi per alcuni anni sono stati ospitati in quella palazzina che aveva soffitti e muri in cemento amianto, compresa la tromba della scala principale" (Allegato 2). C'è grande apprensione tra i lavoratori ora per il processo. In questi anni denunciare non è stato facile. Il primo a farlo fu Demetrio Asta, ex siparista, andato in pensione nel '91. Fece causa alla Scala e gli fu fatto divieto di rimettere piede in teatro. Ottenne il risarcimento per asbestosi cronica in sede civile. Poco dopo però morì. Nel frattempo le denunce aumentavano. I decessi e le malattie pure.

 

 

Nelle sezione Archivio - sentenze - pubblichiamo la sentenza di condanna del Tribunale di Milano - Sezione Lavoro contro la società Pirelli costretta a risarcire gli eredi.

Riportiamo le motivazioni della sentenza Pirelli bis, Milano, per morti amianto. (vedere sopra sezione archivio)

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 28 aprile 2018 a Sesto San Giovanni e articoli dei giornali nella sezione stampa in alto sulla pagina.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi