UNA LEGGE E UNA GIUSTIZIA UGUALE PER TUTTI?

UNA LEGGE E UNA GIUSTIZIA UGUALE PER TUTTI?

Una società che si definisce “civile” ma, che difende e legalizza con leggi, lo sfruttamento a scapito della sicurezza e della vita dei lavoratori è un sistema barbaro e inumano.

L’Italia democratica nata dalla Resistenza al nazifascismo, che ha una Costituzione che molti considerano la migliore del mondo, stabilisce nei suoi principi costituzionali che tutti i cittadini sono uguali davanti allo Stato. In realtà quando un operaio o un proletario cerca di valere i suoi diritti nelle aule di tribunale scontrandosi con il potere economico e politico la sua condizione di subalternità e disuguaglianza si evidenzia in pieno.

Quando i padroni e manager sono inquisiti per morti sul lavoro, malattie professionali e portati sul banco degli accusati nei processi da vittime che cercano giustizia, nei tribunali l’unico interesse riconosciuto è il diritto del capitale sancito dalla legge che stabilisce che il profitto viene prima di tutto.

Nel processo penale o civile, le multinazionali, i padroni, con i soldi si comprano i migliori avvocati, i consulenti, gli scienziati e i giudici. Anche se documentata e provata in aula dalle testimonianze le responsabilità di chi detiene il potere economico e politico i giudici, preferiscono andare contro i più deboli per non mettere a rischio le loro carriere presenti e future.

Il capitalismo con le sue istituzioni è un sistema apparentemente “democratico” che in realtà è marcio e corrotto, un vampiro che si alimenta sulla pelle dei lavoratori.

Quando il movimento operaio era forte e faceva valere i suoi diritti nelle fabbriche, nelle piazze e nella società, poteva anche alcuni trovare giudici che nelle leggi per quanto a favore del padrone, sotto la pressione del movimento di massa trovano cavilli e interpretavano la legge a favore dell’operaio. Oggi con il movimento operaio debole, frazionato, diviso, senza organizzazione la legge del padrone è applicata senza ostacoli.

La nostra esperienza nelle aule di tribunale ci ha fatto comprendere che In una società divisa in classi la giustizia è di classe, una giustizia a favore dei padroni e che non esiste la neutralità della scienza questa è la verità.

Molti ci domandano ma allora perché fate i processi in particolare adesso dove oltre ad assolvere i colpevoli, condannano le vittime a pagare le spese processuali?

Noi non possiamo accettare che i lavoratori siano considerati carne da macello.

Continuiamo a denunciare i dirigenti responsabili delle morti di lavoratori non perché ci fidiamo della giustizia borghese. Non vogliamo che i morti del profitto passino sotto silenzio, lo dobbiamo ai nostri compagni uccisi da un sistema che per il profitto continua a distruggere gli esseri umani e la natura, a commettere omicidi sul lavoro, stragi di operai e ambientali.

 

 

Nelle sezione Archivio - sentenze - pubblichiamo la sentenza di condanna del Tribunale di Milano - Sezione Lavoro contro la società Pirelli costretta a risarcire gli eredi.

Riportiamo le motivazioni della sentenza Pirelli bis, Milano, per morti amianto. (vedere sopra sezione archivio)

ULTIMI VIDEO E FOTO

Pubblichiamo nella sezione archivio le motivazioni della sentenza di condanna dei dirigenti Pirelli nel processo di 1° grado decisa dal Tribunale di Milano - Giudice Martorelli per i lavoratori morti d'amianto. (gennaio 2016).

Video del corteo contro l'amianto e i morti sul lavoro- 28 aprile 2018 a Sesto San Giovanni e articoli dei giornali nella sezione stampa in alto sulla pagina.

Servizio TG RAI sulla protesta per l'assoluzione dei dirigenti Enel.

Assemblea del Comitato del 31 gennaio 2015.

Corteo contro i morti per amianto e lo sfruttamento del 26 aprile 2014

Marzo 2014. Video - intervista al Comitato di Altraeconomia sulla responsabilità dei dirigenti per le morti operaie per amianto e sul processo contro i dirigenti Pirelli in corso a Milano

FOTO DEL CORTEO A LUCCA IN SOLIDARIETA' ALLE VITTIME DELLA STRAGE DI VIAREGGIO.

video e foto della manifestazione a Roma l'8 ottobre 2013 alla Camera dei Deputati delle associazioni e comitati contro l'amianto

Video della presentazione de "La fabbrica del panico" con gli operai della Breda Fucine, l'autore del romanzo Stefano Valenti, Guido Viale e Michele Michelino  

nella sezione video riportiamo immagini della protesta contro l'Inail del 15 maggio 2013 e l'incontro fra la nostra delegazione e quella dell'Inail

Intervista del nostro Comitato a Sky tg24 del 21 novembre 2012

Pubblichiamo nella sezione "Leggi" (in alto sulla pagina)

 

 

il Decreto interministeriale sul Fondo per le Vittime dell'amianto del 13 gennaio 2011

 

News

Foto del corteo del 27 aprile 2013 a Sesto San Giovanni contro l'amianto e lo sfruttamento.

Nuove foto e video del presido operaio contro l'Inail del 16/01/2013

Nella sezione video immagini della conferenza stampa sull'amianto nel palazzo Comunale di via Larga a Milano e servizio di RAI 3 del 2 aprile 2012

nella sezione stampa, nuovi articoli sul processo Pirelli a Milano

Nella sezione foto, nuove fotografie del presidio al Tribunale di Trento del 12 dicembre 2011 e nella sezione video le immagini.

Nella sezione foto immagini dell'assemblea dell'8 ottobre 2011.

 

 Nella sezione foto, nuove immagini delle iniziative fatte nel mese di agosto 2011.

Nella sezione foto, immagini della conferenza stampa del 15 giugno 2011 a Bassano del Grappa (Vi)

NELLA SEZIONE FOTO IMMAGINI DELLA FIACCOLATA A L'AQUILA DEL 6 APRILE 2011

Nella finestra stampa ci sono nuovi articoli apparsi sui giornali.

 

Nella sezione foto ci sono le ultime e tante altre.

Nella finestra Archivio, ci sono le ultime sentenze di importanza Nazionale

Nella sezione video potete trovare i filmati della II Conferenza Nazionale sull'Amianto del 6-7-8 novembre 2009 a Torino.

Nella sezione libri trovate i nostri testi